Punto Unitario di Accesso (PUA) del Distretto Est - Bassa Friulana

Rappresenta una modalità organizzativa, basata sulla cosiddetta "presa in carico", frutto del passaggio dal concetto del "curare" a quello del "prendersi cura" della persona nella complessità e globalità dei bisogni, con un'attenzione particolare anche alla famiglia e al contesto di riferimento. E’ costituito dai nodi della rete dei servizi sanitari e sociali presenti sul territorio collegati a un punto centrale (le sedi distrettuali) che funge da regia operativa e back office. Tale modalità organizzativa è costituita dal Punto Unitario di Accesso sociosanitario (PUA).

Dove siamo

contatti

sede

Via Molin, 21
33057 Palmanova (UD)

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

Orari

Dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 12.00

Cosa facciamo

Al PUA uno staff di operatori qualificati ascolta e analizza i bisogni dell’utente e dei familiari, in particolare di persone anziane e con disabilità, li orienta nel sistema dei servizi e individua con loro il percorso assistenziale, l'eventuale progetto personalizzato più adatto, accompagnandoli in ogni fase. Gli operatori PUA garantiscono l’accoglienza, l’apertura di un fascicolo personale, l’attivazione dei possibili interventi e l’individuazione del referente del percorso assistenziale.
Nei casi in cui il problema risulti complesso interviene una équipe multidisciplinare, Unità di Valutazione Distrettuale (UVD) o Unità Multidisciplinare di Progetto (UMP). Ciascuna UVD/UMP è composta dallo staff del PUA, integrato dagli operatori di competenza del caso in valutazione, ovvero dall'infermiere di comunità, dall’assistente sociale, dal medico di medicina generale (o pediatra di libera scelta) della persona. Questi si avvalgono inoltre dell'apporto di altre professionalità ritenute di volta in volta necessarie. Oltre ai professionisti, altro membro fondamentale della UVD/UMP è la persona presa in carico, che diventerà il titolare del progetto personalizzato, e/o un familiare/rappresentate di riferimento.
Terminata la fase di analisi, l'UVD/UMP sceglierà i servizi più appropriati che individueranno il percorso di presa in carico più idoneo, stabilito nel dettaglio e concordato con l’assistito e con la famiglia; questo verrà poi comunicato a tutti i soggetti interessati della rete sociosanitaria, che provvederanno all’erogazione delle prestazioni previste.

Il servizio può:

  • accompagnare l’utente in un percorso di rientro a domicilio a seguito di un ricovero ospedaliero;
  • avviare un percorso di assistenza infermieristica e riabilitativa a domicilio;
  • avviare l’istruttoria per l’accesso in RSA, Casa di Riposo e Hospice;
  • avviare la procedura per l’erogazione dei trattamenti di ossigeno terapia, nutrizione artificiale e per la richiesta di ausili e presidi sanitari;
  • attivare il servizio di telesoccorso;
  • avviare la procedura per l’erogazione dei contributi (FAP - Fondo Gravi Gravissimi).

Strutture collegate