Chi siamo

Un Ospedale e Servizio Sanitario che Promuove Salute (HPH) è inteso come un'organizzazione che mira a migliorare il guadagno di salute per i propri portatori di interessi attraverso lo sviluppo di strutture, di culture, di decisioni e di processi.

La rete HPH è focalizzata principalmente sui pazienti ed i loro parenti, con una particolare attenzione alle esigenze dei gruppi vulnerabili, del personale ospedaliero, della popolazione di comunità e per ultimo ma non meno importante, dell'ambiente. 

La Rete internazionale di ospedali rivolte alla tutela della salute è stata istituita dall’Organizzazione mondiale della sanità nel 1993 con lo scopo di favorire e promuovere, insieme alla prevenzione delle malattie ed ai trattamenti riabilitativi, la promozione della salute nell’ambito della programmazione e gestione delle strutture sanitarie. In un momento successivo, la Rete internazionale è stata integrata con i servizi di assistenza primaria. 

La rete HPH ha, dunque, un forte radicamento nelle strategie dell’OMS dedicate al miglioramento del guadagno di salute promosso dai Servizi Sanitari, facendo riferimento sia alla Carta di Ottawa per la Promozione della Salute che imposta tra le sue 5 strategie di base il riorientamento dei servizi sanitari verso tale obiettivo, sia i sistemi strategici dell’OMS che indirizzano il contributo dei servizi sanitari verso il raggiungimento di obiettivi di salute.

Il progetto OMS Ospedali e Servizi Sanitari che promuovono la salute (WHO “Health Promoting Hospitals and Health Services) ha lo scopo di incorporare i concetti, i valori e gli standard di promozione della salute nella struttura organizzativa e nella cultura dell’ospedale, a beneficio del personale, dei pazienti e dei loro congiunti e sostenendo un ambiente sano.

La promozione della salute, che comprende l’attenzione alla sicurezza e alla qualità della vita del paziente e il perseguimento dell’efficacia ed efficienza dei servizi, è oggi considerata, a livello europeo, uno degli elementi che maggiormente influenzano la qualità dei servizi ospedalieri. 

 

La Rete internazionale degli ospedali per la salute si propone di:

1. Promuovere negli ospedali e nei servizi sanitari una cultura e un approccio interdisciplinare e un sistema decisionale trasparente che preveda un coinvolgimento attivo di pazienti e rappresentanti degli utenti dei servizi.

2. Evidenziare i risultati raggiunti dagli ospedali e dai servizi della rete in tema di promozione della salute e consentire uno scambio di esperienze tra gli ospedali partecipanti.

3. Valutare le attività di promozione della salute nei servizi sanitari e promuovere in questo settore un approccio basato sulle prove di efficacia.

4.  Inserire standard e indicatori di promozione della salute nei sistemi di gestione della qualità dei servizi sanitari ospedalieri ed extra-ospedalieri.

Il Ministero della Salute ha istituito nel 2002 la Rete HPH & HS italiana, costituita da reti regionali autonome e riconosciute dall’Ufficio Europeo dell’Organizzazione mondiale della sanità nell’ambito del progetto internazionale “Health Promoting Hospitals”. 

Le Reti regionali consentono di creare legami tra realtà diverse ed in grado di confrontarsi reciprocamente, proprio grazie a loro legame, in modo più agevole sul piano organizzativo, dando vita a sinergie per il benessere del singolo e della comunità, secondo orientamenti che privilegiano la prevenzione, la cura e l’assistenza sanitaria e sociale. 

Nel 2003 è stata costituita la rete HPH & HS del Friuli Venezia Giulia con l’obiettivo di affrontare la promozione della salute nei setting sanitari secondo la strategia della Rete lnternational Health Promoting Hospitals & Health Services HPH. 

All’inizio del 2017, il Coordinatore della rete regionale HPH & HS chiede l’adesione di ASUIUD in quanto utile strumento per ospedali e servizi sanitari per rispondere in maniera uniforme ed efficace ai bisogni di salute della popolazione e alle richieste dei Piani della Prevenzione regionali.

Il 22 febbraio 2017 con decreto n. 151, l’Azienda sanitaria universitaria integrata di Udine ha aderito alla Rete Health Promoting Hospitals & Health Services (HPH-HS), Rete per la promozione della salute negli Ospedali e nei Servizi sanitari. 

La Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria, politiche sociali e famiglia adotta, con Decreto n. 1100/SPS del 31 luglio 2018 il “Regolamento per il funzionamento della rete HPH del Friuli Venezia Giulia” (da ora in poi “Regolamento”) che richiama esplicitamente la dichiarazione di Ottawa per la promozione della salute secondo cui: “Il riorientamento dei servizi sanitari deve portare a un cambiamento di atteggiamento e organizzazione dei servizi sanitari, che si concentra sui bisogni totali dell’individuo come persona intera. Il ruolo del settore sanitario deve muoversi sempre più in una direzione promozione della salute”.

La salute di pazienti, operatori e cittadini è al centro dei valori e dei principi che articolano gli strumenti di lavoro della rete HPH; per il suo perseguimento è necessario l'impegno di tutti attraverso programmi di governance integrata e di miglioramento continuo della qualità per la promozione della salute, ponendo al centro le necessità dei cittadini e valorizzando il ruolo e la responsabilità di tutte le figure professionali che operano nel Sistema Sanitario Regionale.

La rete HPH del Friuli Venezia Giulia costituita, come detto, nel novembre del 2003, sta attualmente dando corso il quinto mandato di adesione alla rete Internazionale.

Il Regolamento definisce la composizione e il funzionamento della governance della Rete HPH a livello regionale e aziendale, che risultano costituite da:

  • Direzione centrale salute, politiche sociali e disabilità
  • Coordinatore regionale
  • Coordinatori aziendali
  • Referenti aziendali dei programmi regionali
  • Link professional per la promozione della salute
  • Professionisti del SSR e delle strutture private accreditate aderenti alla rete HPH
  • Cittadini.

Un approccio comprensivo e globale per la promozione della salute in ASUFC

Al fine di realizzare concretamente le potenzialità dell'approccio HPH, che è quello di migliorare il guadagno di salute sia dei pazienti che del personale e della comunità, è necessario accrescere progressivamente non solo nella cornice di progetti limitati, ma sviluppando un approccio comprensivo e globale, integrato nei sistemi gestionali e di qualità dell'ospedale e dei servizi sanitari.

 

Si prevede pertanto che la nostra Azienda si doti di un sistema che assicuri la presenza di: 

1. Mandato

Sviluppare un'identità aziendale HPH – dichiarazione d'intenti e criteri organizzativi corrispondenti, con obiettivi espliciti, criteri, standard e indicatori per i risultati, processi e strutture che si concentrano sul guadagno di salute dei servizi sanitari. Il supporto dell’Alta Direzione è necessario per l'attuazione del livello organizzativo.

2. Risorse

Istituire una struttura specifica per la gestione HPH, includendo un Comitato direttivo, un coordinatore e un gruppo di lavoro, una rete di persone formate sulla strategia HPH in tutte le unità dell'organizzazione e lo stanziamento di un bilancio specifico HPH.

3. Comunicazione

Informare e coinvolgere i clinici e il personale in azioni di comunicazione sulla promozione della salute (ad es., newsletter, presentazioni annuali, forum su siti Web). 

4. Azione e pianificazione

Sviluppare programmi d'azione annuali, compresi i progetti specifici per l'attuazione e lo sviluppo di politiche specifiche per temi o politiche dedicate alla popolazione (ad es. ambienti liberi da fumo, strategie per l’equità assistenziale anche per i cittadini provenienti da altri Paesi). La Promozione della Salute negli ospedali e nei servizi sanitari deve essere basata sull’evidenza e la qualità allo stesso modo in cui ciò è la base dell’attività clinica e dell’erogazione dei servizi.

5. Valutazione

Sviluppare e implementare una struttura per la regolare osservazione, monitoraggio, documentazione, valutazione e comunicazione (ad es. utilizzando i 5 Standard per la Promozione della Salute negli Ospedali, indicatori di Qualità della Vita, il modello EFQM e/o la Balanced Score Card) e collegando i risultati di outcome a tutti i percorsi clinici.

6. Formazione 

Potenziamento delle capacità HPH (formazione professionale e aggiornamento, ricerca, sviluppo di strutture). 

7. Ricerca

Incoraggiare i progetti HPH con prestazioni di alta qualità e sostenere la diffusione dei risultati. HPH è un nuovo campo di ricerca in cui la pratica Evidence-Based per la promozione della salute è definita come integrazione tra le capacità cliniche individuali, le migliori evidenze disponibili e le preferenze del paziente.

8. Azioni sostenibili

Introduce le procedure di misurazione e di monitoraggio dei risultati sulla salute, degli impatti sulla salute e dei guadagni di salute nei confronti dei pazienti, del personale e della comunità nel corso del tempo. Questi cambiamenti sono misurabili come risultato clinico in termini di mortalità, morbilità e salute correlati in qualità della vita, come stato di salute personale, soddisfazione dell’utenza o del personale e come grado di alfabetizzazione in termini di salute (health literacy) e stato di salute globale della popolazione.

9. Rete

La rete a tutti i livelli (locali, regionali, nazionali e internazionali) è necessaria per condividere le migliori pratiche e le strategie per il miglioramento della qualità e l'orientamento verso la salute degli ambienti sanitari.

Aderendo alla rete Internazionale HPH, gli ospedali e i servizi sanitari diventano parte di una rete internazionale in cui lo scambio di informazioni e la condivisione sono promosse attraverso l’utilizzo di diversi strumenti come newsletter, conferenze, siti web interattivi, una biblioteca e un archivio on line sullo stato di avanzamento lavori dei gruppi specifici e delle task force.